Come fare pubblicità tramite Google ads

277
Google Ads

Il marketing digitale ha subito cambiamenti significativi fino ad oggi. Tra le tante possibilità offerte a coloro che gestiscono siti web, Google Ads occupa un posto speciale. Questa piattaforma offre diversi vantaggi agli inserzionisti e questo è ciò di cui parleremo in questo articolo.

Che cos’è Google Ads?

Google Ads è una piattaforma progettata da Google per aiutare gli inserzionisti a fare pubblicità su diversi motori di ricerca. Fino al 29 giugno 2018 la piattaforma si chiamava Google Adwords. Fu solo il 24 luglio dello stesso anno che il nome cambiò completamente e Google Ads prese il posto di Google Adwords. Google ha anche apportato una serie di modifiche per accompagnare il cambio di nome. Esiste essenzialmente una nuova identità virtuale, ma anche un nuovo indirizzo (adwords.google.com è diventato ads.google.com). Google Ads è ora la più grande piattaforma pubblicitaria al mondo.

All’inizio di ogni campagna pubblicitaria, all’inserzionista viene offerto un margine di costo per clic in modo che possa definire un CPC massimo, non solo in base agli obiettivi della campagna, ma anche in base al budget. Si noti che il costo per clic di un annuncio varia in base al target ma anche in base alla concorrenza (a seconda delle parole chiave utilizzate nell’annuncio).

In genere, Google Ads utilizza un sistema di offerta per parola chiave. In altre parole, gli inserzionisti sono tenuti ad aumentare le loro offerte il più possibile. Ciò li aiuterà a garantire che i loro annunci vengano visualizzati nei primi risultati di ricerca. Tutto si basa sulle parole chiave utilizzate durante la campagna pubblicitaria.

Su Google Ads, vengono offerti diversi formati pubblicitari agli inserzionisti. Possono scegliere tra annunci di testo, banner, formato rich media o annunci video.

Come appare un annuncio su Google Ads?

annuncio google ads

Per pubblicare un annuncio solo nel testo (senza un’immagine), deve avere un titolo con un massimo di 25 caratteri, due paragrafi e un URL. Google Ads consente agli inserzionisti di pubblicare i propri annunci su diverse altre piattaforme tra cui Gmail, Google Finanza, Blogger e YouTube.

Le dimensioni dei banner dipendono da dove verrà posizionato l’annuncio. Per quanto riguarda gli annunci rich media, sono molto interattivi. Grazie ai pulsanti Flash, HTML o Call To Action, ai visitatori del sito viene richiesto di eseguire un’azione come creare un account o iscriversi a una newsletter. L’inserzionista ha anche la possibilità di scegliere tra due annunci video da pubblicare sulle varie piattaforme display e YouTube:

  • TrueView-In-Stream rappresenta tutti gli annunci realizzati durante un video di YouTube, prima o anche dopo di esso. Per quanto riguarda gli annunci
  • TrueView-In-display, sono visibili ogni volta che il visitatore effettua una ricerca nel motore di ricerca di YouTube o vi cerca un video. L’obiettivo è aumentare il più possibile la visibilità degli annunci e quindi mettere le migliori possibilità dalla parte dell’inserzionista per il successo del proprio sito.

Google Ads: come funziona?

In quanto piattaforma di marketing digitale, Google Ads ottimizza la presentazione degli annunci per avere il massimo impatto possibile sugli utenti di Internet. Si basa quindi su un sistema di parole chiave. Grazie alle parole chiave, le piattaforme Display sono in grado di classificare i diversi annunci per tema e di indirizzare gli utenti di Internet al sito dell’inserzionista. Gli annunci vengono quindi offerti automaticamente agli utenti di Internet che avviano ricerche su un motore di ricerca della Rete Display di Google. Questi annunci vengono scelti in base alle parole chiave di ricerca. Il sistema di aste consente di dare la priorità a un annuncio rispetto a un altro se due utenti Google Ads si trovano sullo stesso spazio pubblicitario. In tutti i casi, hai accesso alla formazione “Google Ads passo dopo passo” disponibile sul sito admind.fr.

Il sistema di parole chiave

L’obiettivo principale di Google Ads è evidenziare gli annunci pubblicitari in modo che siano visibili agli utenti di Internet, fornendo loro potenzialmente un valore aggiunto. Si presume che il visitatore avvii la sua ricerca con parole chiave specifiche. Grazie a questi, un annuncio gli verrà proposto corrispondente al suo tema di ricerca. Durante la progettazione di annunci pubblicitari, gli inserzionisti prestano attenzione alla scelta delle parole chiave per la descrizione del contenuto.

In altre parole, una campagna Google Ads di successo consiste nel definire le parole chiave. Per alleggerire il loro carico e consentire loro di essere il più efficienti possibile nella ricerca di parole chiave, gli inserzionisti possono utilizzare lo strumento di pianificazione gratuito a loro disposizione. Questo strumento ha diversi vantaggi. Innanzitutto, consente all’inserzionista di farsi un’idea delle parole chiave più comunemente utilizzate per incorporarle nella propria produzione. Sarà anche in grado di conoscere il numero di volte in cui gli utenti Internet avviano una ricerca includendo una determinata parola chiave. Infine, grazie allo strumento di pianificazione di Google Ads, l’inserzionista sarà in grado di effettuare la valutazione del budget più accurata possibile.

Cos’è il sistema di aste di Google Ads?

Il sistema di aste consente a Google Ads di impostare la propria priorità per la pubblicazione dei propri annunci. Questa selezione si basa su criteri come il budget ma anche la parola chiave utilizzata. La rilevanza di un annuncio è un criterio di selezione che potrebbe consentire a un annuncio di essere mostrato con priorità rispetto a un altro, anche con un budget inferiore. Con questo criterio, Google garantisce che gli annunci non siano invadenti.

Per beneficiare dei servizi di Google Ads, l’inserzionista inizia impostando un budget massimo che è disposto a pagare per il proprio annuncio. Definisce così l’offerta che gli si addice. Quindi, il livello di qualità dell’annuncio viene valutato su una scala da 1 a 10. Più l’inserzionista attribuisce importanza alla pertinenza, meno costoso sarà il click poiché crea valore aggiunto per l’utente che utilizza google e resta sulla piattaforma. Infine, la piattaforma garantisce la natura non intrusiva degli annunci poiché l’obiettivo è creare valore aggiunto per il visitatore del sito.