Come posizionare un sito web su Google con la SEO

268
Posizionare un sito su Google

Come posizionare un sito web su Google in modo da avere vantaggi di visibilità, e guadagni, per la propria azienda?

Al giorno d’oggi è di fondamentale importanza per chiunque venda beni o offra servizi, riuscire a raggiungere un buon posizionamento su Google. La ricerca sul web è diventata parte integrante del tessuto della nostra società. Sempre più ci si affida alle attività di SEO e allo sviluppo di contenuti per aumentare e mantenere la presenza sul web.

Essere nella prima pagina di di Google è di fondamentale importanza perché, come è stato appurato da numerose ricerche di marketing, chi parte da una qualsiasi parola chiave tende poi a cliccare sui primi risultati che trova. Difficilmente qualcuno si avventura in seconda pagina.

Il posizionamento organico sul più famoso dei motori di ricerca offre indubbi vantaggi; ecco perché è importante lavorare molto e bene sulla SEO del sito per posizionarsi su Google al meglio e conquistare la SERP.

I motori di ricerca guidano il 93% di tutto il traffico dei siti web. Ogni giorno il 18% di tutte le ricerche locali porta alla vendita. Il 50% di utenti ha maggiori probabilità di cliccare su un particolare marchio quando il brand appare più di una volta tra i risultati della ricerca. La SEO ha un tasso di conversione del 14,6% rispetto all’1,7% dei metodi tradizionali come cold call o direct marketing per corrispondenza.

I motori di ricerca sono il centro di una vera e propria rivoluzione di marketing. Gli utenti cercano un servizio, un prodotto o una risorsa reperibile sul mercato e il contenuto di quel sito che può rispondere a quella particolare domanda, deve comparire nei motori di ricerca.

Essere primo su Google è un obiettivo da perseguire con metodo e strategia. Se hai un sito web dovrai imparare ad ottimizzarlo dal punto di vista SEO per migliorarne il suo posizionamento.

Come si posiziona un sito web?

Lo scopo di Google, ma anche di ogni altro motore di ricerca, è quello di sviluppare e offrire un’esperienza pertinente e veloce. Gli utenti utilizzeranno maggiormente quel motore di ricerca che è in grado di offrire risposte rapide. Ecco perché si innesca un circolo positivo che spinge i motori di ricerca ad investire tempo, energia e capitale nel miglioramento della loro rilevanza.

Il successo di un motore di ricerca come Google dipende prevalentemente dalla qualità dei risultati che genera, di conseguenza la manipolazione della SERP viene effettuata con estrema precisione.

Generalmente i motori di ricerca effettuano l’indicizzazione del sito web automaticamente. Come diretta conseguenza, quando si crea una pagina, non non è quasi mai necessario segnalarla per poterla vedere indicizzata.

In alcuni casi però Google non individua da solo un sito e diventa necessario segnalarlo. Quando sito non appare all’interno della SERP del motore di ricerca, bisogna andare alla pagina Aggiunta/aggiornamento di un Url del tuo account in Search Console, inserire l’Url ed aggiungerlo semplicemente. Google provvederà all’indicizzazione in poco tempo.

Posizionare un sito web su Google

Cosa è la SEO?

Se si vuole realizzare un ottimo posizionamento SEO organico del sito su Google bisogna imparare la tecnica della SEO. Ma cosa è esattamente e come funziona?

Ogni volta che cerchiamo qualcosa su Google, ci aspettiamo di trovare dei risultati pertinenti e di qualità. Google è il motore di ricerca principale nella maggior parte dei mercati mondiali e, quando facciamo una ricerca, ci fidiamo della sua classifica cliccando sui primi risultati che ci propone.

Ecco perché, guardando la cosa dalla prospettiva di un venditore, diventa facile capire quanto sia importante apparire tra i primi nella pagina dei risultati (chiamata SERP) per permette al nostro sito di avere un buon volume di traffico.

Ovviamente ci riferiamo ai risultati organici e non ai risultati a pagamento. La differenza è semplice ma fondamentale: quando fai una ricerca partendo da una parola chiave, in cima alla pagina dei risultati ti appariranno gli annunci di Google. Si tratta di link a pagine sponsorizzate a pagamento e si riconoscono perché hanno l’obbligo di riportare la scritta “annuncio”.

Questi link non hanno nulla a che fare con l’ottimizzazioni SEO, ma sono il risultato di un lavoro di SEA, ossia qual ramo di digital marketing che si occupa di sponsorizzate sui motori di ricerca.

La SEO riguarda i risultati organici, cioè quelli che non hanno a che fare con le sponsorizzazioni ma solo con il valore del loro del contenuto. E’ proprio Google a stabilire il valore di un sito valutandolo sulla base di un algoritmo. Google non ha mai dichiarato gli esatti criteri utilizzati, ma sta proprio qui la bravura degli esperti SEO che sono in grado di risalire ad alcuni dei principali rispettandoli per ottimizzare i siti che vogliono posizionare in SERP.

Posizionare un sito su Google con la SEO

Quando si parla di SEO è bene iniziare dalle parole chiave con le quali si vuole indicizzare il sito. Si tratta di quelle parole che gli utenti usano con Google per cercare un determinato contenuto.

Parole chiave: come trovare le migliori keyword per Google

Come trovare le migliori parole chiave per posizionarsi su Google? E’ Google stesso ad offrirci la soluzione con:

  • Google Analytics, un tool in grado di fornire informazioni sul numero di visitatori, sul comportamento degli stessi sul sito, sulle pagine più performanti e quelle che potrebbero essere migliorate, sul sesso, età ed interessi personali, quali dispositivi vengono utilizzato per navigare ed eventuali criticità. Vi permetterà dunque di sapere:
    • quali sono le parole chiave più utilizzate da usare,
    • le keyword meno battute da utilizzare per non doversi confrontare con grossi  competitors,
    • i trend in fatto di news per creare delle notizie sempre fresche.
  • Google Keyword Planner, restituisce informazioni sulle parole chiave come i volumi di ricerca ed è in grado di suggerire nuove keywords da utilizzare. Si possono anche estrapolare le chiavi utilizzate dal sito di un competitor o combinare due elenchi di keywords per generare parole chiave a coda lunga.
  • La Search Console, permette di testare il file robots.txt e controllare lo stato dell’indicizzazione su Google. È possibile vedere le pagine più visitate e le parole chiave che hanno attivato il nostro snippet sulla classifica di ricerca, nonché la posizione media delle parole chiave rilevate.

Come usare le parole chiave per ottimizzare il proprio sito

Una volta scelte le parole chiave è molto importante saperle usare bene: niente forzature o sovraesposizioni che possono diventare controproducenti, molto meglio inserire le keyword in modo naturale all’interno dei titoli e del testo per un numero consono di volte, tenendo anche conto della lunghezza dell’articolo stesso.

E’ altrettanto importante offrire contenuti di alta qualità per l’utente: Google premia lunghezza, qualità e facilità del testo, contenuti aggiornati ed originalità. E’ importante non fare errori grammaticali e preferire frasi brevi e rese facilmente comprensibili anche grazie all’uso di grassetto, elenchi, sottotitoli o link a siti autorevoli.

Come posizionare un sito con i Link Building

Posizionare un sito con i link building

I link building consistono nella pubblicazione di guest post di valore e alta qualità su siti autorevoli con backlinks ai nostro sito. In questo modo Google potrà aumentare il vostro posizionamento nei motori di ricerca, regalandovi delle posizioni migliori.

Il web è fatto di link che permettono agli utenti di navigare tra un sito e l’altro, attraverso percorsi più o meno diretti e consapevoli. Con l’aggiunta di un link si inserisce nell’articolo un collegamento verso una risorsa potenzialmente utile per l’utente.

  • Link esterni: quando si linka un sito esterno bisogna fare molta attenzione a cosa effettivamente si linka perché viene valutato attentamente dal motore di ricerca.
  • Backlink, ovvero di link in entrata. Nella SEO sono una risorsa preziosa perché secondo Google se un sito viene linkato da molte risorse si tratta di un sito di valore che offre contenuti utili agli utenti e che, per questo, deve essere premiato.

Riuscire a costruire una rete di link, di alto valore, che punta verso il sito che intendiamo promuovere è un valore aggiunto per il sito che volgiamo promuovere su Google. I link building sono infatti una delle tecniche SEO più potenti.