Customer Data Platform: cos’è e quali sono i vantaggi

137
Customer Data Platform

Si sente sempre di più parlare dell’importanza della gestione dei dati e in tal senso le nuove tecnologie digitali rappresentano un valore aggiunto importante per le aziende, con benefici (e opportunità) assolutamente da non sottovalutare.

In questo articolo ci concentriamo in particolare sul tema della Customer Data Platform, un sistema che si occupa delle operazioni di raccolta e unificazione di dati e fonti, funzionali a profilare clienti e prospect in modo preciso. Uno strumento, in sintesi, per adottare una visione user-centrica e prendere decisioni basate sui dati.

Customer Data Platform: cos’è

Per Customer Data Platform o CDP si intende un pacchetto di software che serve per raccogliere la totalità dei dati disponibili riguardanti il cliente, così da aggregarli in un database unico, facilmente integrato nonché accessibile tramite i molteplici sistemi digitali impiegati dall’azienda. Il risultato è quello di un punto di vista coerente, chiaro e inequivocabile, con una vision precisa di ogni utente. Una CDP, infatti, consente di tracciare, analizzare, gestire le interazioni con i clienti.

I dati che risultano aggregati in una Customer Data Platform possono essere di diverse tipologie, includendo:

  •  Dati demografici. Si tratta di quelle info quali il nome, il giorno e il mese di nascita, il sesso, l’email, nonché l’indirizzo del cliente.
  • Dati transazionali. Si riferiscono alle transazioni effettuate sugli acquisti, attraverso l’e-commerce o i sistemi POS.
  • Dati comportamentali. I dati che sono inerenti alle azioni conseguite sul sito, sull’app o sugli altri canali dell’azienda, incluse le interazioni sulle chat in real time o tramite gli assistenti digitali. A essere registrato non è solo il numero delle interazioni quanto la lunghezza e la frequenza delle stesse.

L’obiettivo delle CDP è quello dell’aggregazione delle diverse fonti di dati, sia online sia offline, in modo da dare un quadro preciso del cliente, per conoscerlo e capire chi effettivamente si ha davanti.

Pur essendo una tecnologia basata sull’automatizzazione, l’impiego delle Customer Data Platform si rivela quanto mai e delicato per molteplici professioni, a cominciare da quelle inerenti al mondo della Digital Communication, ma anche, ad esempio, nell’assistenza clienti e persino nella logistica.

I vantaggi

La Customer Data Platform consente all’azienda di raccogliere e unificare tutti i dati di cui si ha la proprietà, allo scopo di gestire e attivare i dati del cliente. I vantaggi sono proprio nell’ottica di dare il giusto peso ai dati dei clienti, secondo un servizio assolutamente personalizzato in ogni luogo, sempre efficiente e di facile accesso, indipendentemente dal canale di riferimento.

Una CDP è una piattaforma aggiornata, ben gestita e accessibile, che consente di avere un quadro ben definito della situazione di tutte le diverse buyer personas, con un approccio sia ad ampio raggio sia più dettagliato. Inoltre, si rivela un sistema utile per la gestione dei dati in relazione alle normative sulla privacy per i dati esistenti, leggi che comportano per le aziende il diritto di facile accesso ai propri dati per i consumatori, con la possibilità di cancellarsi in ogni momento.

Uno strumento come la Customer Data Platform, quindi, consente di fornire messaggi coerenti secondo un coinvolgimento integrato per i clienti e, allo stesso tempo, facilitare il processo di targetizzazione. Le campagne di marketing potranno essere più efficienti ed efficaci, così come il rapporto con gli utenti. Non solo: tramite una CDP è inoltre possibile customizzare i contenuti del sito web aziendale in relazione agli interessi o ai comportamenti passati dei propri clienti, adottando l’ottica 1-to-1 permessa dal marketing online.