Come registrare il proprio dominio per un sito del vostro dominio grazie ai website builder

94
creazione siti web

Potrebbe capitarvi di voler registrare un dominio per creare una pagina web per il vostro business. È certamente una mossa intelligente: non c’è nemmeno bisogno di dirlo, ma la recente pandemia ha ben evidenziato quanto sia importante offrire ai clienti la possibilità di fare acquisti online. Eppure creare una pagina web non è una cosa così scontata: anzi, sembra quasi impossibile.

Ma in realtà non è così. Perché non bisogna essere degli esperti per creare una pagina web: ormai, ci sono moltissimi strumenti in grado di farlo per voi. Questi strumenti si chiamano website builder. Non fraintendete: bisogna comunque saperli usare, e tenere a mente diverse cose affinché essi funzionino a dovere. Ma con questa guida scoprirete che cosa sono, e quali sono le accortezze da impiegare per sfruttarli al meglio.

Breve introduzione ai website builder

Come anticipato, i website builder sono strumenti piuttosto semplici da usare, in grado di assistere nella costruzione della pagina internet dei vostri sogni. Sono davvero innumerevoli i processi automatizzati da questi tool: si va dall’impaginazione, all’inserimento di varie funzioni nella pagina, scrivono persino il codice per voi.

Sicuramente, il campo in cui aiutano di più è quello della personalizzazione grafica. WordPress fornisce già molti layout gratuiti, ma la maggior parte di essi sono molto limitati e mancano delle funzionalità e dell’aspetto necessari per distinguersi da migliaia di pagine Web molto simili.

Un buon website builder è uno strumento multifunzionale, che consente agli utenti di creare facilmente un sito bello e graficamente unico, possibilmente senza scrivere una singola riga di codice. Per gli utenti esperti, sono solitamente messe a disposizione funzioni grafiche avanzate.

Il momento della scelta

Un website builder è uno strumento che deve rispondere a diverse esigenze. Esistono quindi naturalmente molte versioni, ognuna delle quali fornisce servizi adeguati alle più diverse tipologie di siti web. Se vuoi leggere altre informazioni interessanti, le trovi qui. Ma quale scegliere? Se vuoi sapere come rispondere a questa difficile domanda, devi assolutamente seguire alcune regole generali per assicurarti che il builder scelto sia sufficientemente all’altezza del compito. Del resto non è auspicabile ritrovarsi a metà del lavoro e accorgersi che il builder scelto non è quello corretto. Ecco quindi alcune cose da tenere a mente.

Gestione della SEO

La prima cosa a cui si deve pensare durante la progettazione di un sito web è, senza ombra di dubbio, la SEO. Su questa pagina vi abbiamo già parlato di che cosa sia la SEO, e di quanto sia incredibilmente importante. Sfortunatamente, la gestione della SEO è una delle cose in cui costruttori di siti web se la cavano peggio.

La SEO, infatti, dipende non solo da elementi come il contenuto della pagina o le parole chiave utilizzate, ma anche da fattori tecnici come la velocità del sito web. Da tempo, Google ha introdotto un aggiornamento chiamato Speed ​​Update, che ha modificato l’algoritmo per tenere conto anche della velocità di caricamento del sito web. Il problema è che i website builder possono costruire automaticamente i siti web degli utenti: ma è questo tipo di automazione che spesso causa guai. Il codice scritto dal programma è lento e inefficiente, e più il tuo sito cresce, più problemi si accumulano e la velocità diventa lenta. Pertanto, si consiglia di scegliere un builder che fornisca soluzioni a questi problemi, preferibilmente includendo anche metodi di monitoraggio SEO, in modo da poter verificare la situazione in qualsiasi momento.

Trovare le funzioni giuste

Vi abbiamo spiegato che esistono diversi tipi di website builder, e le loro funzionalità di base sono simili tra loro. Tuttavia, le pagine adibite a scopi specifici hanno requisiti speciali che le pagine “normali” non hanno affatto. Ad esempio, un servizio di e-commerce deve consentire agli utenti di acquistare prodotti online, quindi è necessario gestire anche il processo di pagamento, spedizione, deve avere un servizio clienti, pagine di recensione e così via.

Questo è solo un esempio. Di conseguenza, è molto importante scegliere uno strumento progettato specificamente per il commercio online, che fornisca tutti i plugin di cui potresti aver bisogno e non solo. Bisogna fare attenzione anche al prezzo: è proprio a causa di queste particolari esigenze che il costo medio di un builder pensato per l’e-commerce è più alto di altri builder. Molti di questi possono includere anche utili servizi aggiuntivi, come le opzioni di hosting.

Attenzione alla compatibilità per browser mobile

Oggigiorno, la maggior parte degli utenti di Internet non utilizza più il PC per navigare in Internet, ma utilizza invece dispositivi mobili, siano essi telefoni cellulari o tablet. Se non ottimizzi la tua pagina per questi ultimi, potresti perdere molti potenziali visitatori.

Solitamente la conversione del sito in uno schermo di dispositivo più piccolo è considerata secondaria e ininfluente. Tuttavia questo è davvero sbagliato, perché le pagine ottimizzate solo per desktop spesso causano vari problemi quando vengono convertite in formati diversi. Si deve tenere a mente fin dall’inizio che il nostro sito web verrà visualizzato su un gran numero di display dalle svariate caratteristiche. Ovviamente non è possibile creare una pagina specifica per tutti i tipi di dispositivi disponibili nel mondo. Per fortuna, ci sono molti modi per progettare una pagina adatta ai dispositivi mobili. Scegli un website builder che fornisce strumenti per aiutarti in quest’area, e il gioco è fatto.

Il certificato SSL

Per garantire la sicurezza del tuo sito e la fiducia degli utenti, devi scegliere un builder che utilizzi qualcosa che non tutti conoscono molto bene: un certificato SSL. Non è altro che un protocollo di trasmissione dati sicuro tramite algoritmo di crittografia. I siti che utilizzano questo protocollo possono essere riconosciuti tramite il lucchetto posto a sinistra del loro URL. Se vuoi saperne di più sui certificati SSL, puoi leggere qui. Poiché il tuo sito web fornirà servizi di e-commerce, la privacy dei tuoi utenti deve essere protetta al 100%.