Facebook Ads e Ecommerce in Italia

139
campagne facebook ads

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Cristiano Costanzi e Stefano Mazzei, fondatori di ElevateDigital.it, agenzia Facebook Marketing Partner specializzata nel paid advertising per Ecommerce. Con loro andremo a parlare di due argomenti particolarmente di rilievo nel 2021: Facebook Ads ed il mondo degli Ecommerce.

Si tratta di un binomio vincente oppure di un’alleanza oramai sopravvalutata e superata?

Certo è che Facebook tuttora persiste nell’Olimpo dei social network maggiomente utilizzati a livello mondiale, con oltre un miliardo e mezzo di iscritti provenienti di ogni nazionalità. Non può quindi che essere un’importante risorsa per tutte le aziende online: proprio per questo motivo la piattaforma non si ferma e continua a sviluppare nuovi algoritmi per la pubblicizzazione delle inserzioni.

Non preoccuparti se pensi che queste strategie di social media marketing non siano alla tua portata: in realtà con qualche accortezza di base e un po’ di astuzia, chiunque può arrivare a maneggiare con abilità i potenti strumenti offerti da Facebook Ads.
Quanto è importante il marketing su Facebook per gli Ecommerce?

In generale non è possibile trovare una risposta univoca a questa domanda, poiché l’importanza della comunicazione sui social network varia a seconda del settore dell’azienda e del target di riferimento.

Ultimamente, però, si sta rivelando una scelta di alto rilievo economico, oltre che puramente comunicativo. Infatti, tramite Facebook si può intercettare il tipo di pubblico più adatto alle proprie esigenze a accompagnarlo passo per passo fino all’acquisto. Non si tratta solo di creare brand awareness, ovvero il far conoscere una determinata realtà aziendale ad un numero maggiore di persone, ma soprattutto di persuadere gli utenti online a comprare un determinato prodotto o servizio.

L’utilità del marketing su Facebook, quindi, trascende le semplici strategie di pubblicizzazione, arrivando a creare un vero e proprio meccanismo di convincimento. Proprio per questo motivo, la sua importanza è più concreta di quanto non si possa credere, specialmente per gli Ecommerce.

Quali sono i primi step necessari per fare campagne pubblicitarie per Ecommerce?

Sebbene inizialmente possa sembrare facile avviare una campagna di marketing su Facebook, specialmente se si tratta di Ecommerce, in realtà ci sono delle fondamenta imprescindibili da non poter tralasciare.

Infatti, alla base di qualsiasi tipo di comunicazione aziendale, dovrebbero esserci delle conoscenze e delle caratteristiche ben precise. Tra queste, spicca sicuramente la strategia: senza un chiaro piano d’azione che preveda quantomeno un funnel per far convertire gli utenti in veri e propri acquirenti, l’investimento non porterebbe alcun risultato. Oltre a ciò, è necessario essere consapevoli dei prezzi e del budget di tutto il processo di Facebook Ads, per capire come ottimizzare al meglio i costi e massimizzare la resa finale. Indagate su quale sia la media di prezzi e click/conversioni d’acquisto o generazioni di lead: queste sono le caratteristiche più di rilievo da monitorare.

Ricapitolando, una strategia per il marketing di un Ecommerce su Facebook deve rispettare questi seguenti step: la creazione dei propri obiettivi di marketing, l’analisi del ritorno potenziale dall’investimento e la stima dei costi necessari per garantirsi il ritorno appena citato. Tutte le migliori strategie partono necessariamente da un’attenta e scrupolosa attività di analisi.

Proprio per soddisfare questa necessità ci si potrà facilmente servire di Facebook Analytics, per verificare il modo in cui il pubblico si relaziona con dei determinati tipi di pubblicità online. In questa fase sarà molto più semplice correggere il tiro e capire quali siano le caratteristiche più efficaci (immagini, video, inserzioni dinamiche, etc.). Dopo questa prima fase, allora si potrà passare a definire il proprio budget ed installare il pixel di Facebook. Successivamente, si potrà entrare nel vivo del marketing con la creazione concreta delle inserzioni.

Quanto costa, in generale, fare marketing su Facebook?

Alcuni strumenti di Facebook Ads sono completamente gratuiti, come ad esempio il Pixel da installare all’interno delle pagine del proprio sito web. In generale la piattaforma richiede un pagamento necessario solo nel momento in cui si va a creare una campagna pubblicitaria con delle inserzioni, il cui costo è variabile.

Gli strumenti messi in campo da Facebook per il social media marketing sono estremamente avanzati ed accurati, alcuni sono stati appositamente ottimizzati per un funzionamento adeguato nei dispositivi mobili. Proprio per quest’avanguardia riscontrabile sia nei servizi che nell’interfaccia, Facebook potrebbe farsi pagare più di quanto in realtà non faccia.
Non diciamo che si tratti di una soluzione conveniente, poiché dipende dagli obiettivi di marketing che si vogliono raggiungere, però è senza ombra di dubbio uno strumento potente e con un vantaggioso rapporto qualità prezzo. In ogni caso, è possibile impostare un budget massimo entro il quale far rientrare le campagne di inserzioni, per cui ogni Ecommerce può valutare le proprie disponibilità e, in base a quelle, stabilire quali obiettivi raggiungere.

Il prezzo delle inserzioni varia in base alla portata della campagna pubblicitaria, al numero di competitors presenti sulla piattaforma e alla tipologia dell’inserzione stessa. Per cui è difficile stabilire anche a grandi linee quanto potrebbe venire a costare il marketing aziendale su Facebook.

In cosa consiste una campagna advertising su Facebook?

Quale piccola nozione di base su come funziona Facebook Ads: la prima cosa da creare è sicuramente una campagna, ovvero il gruppo principale che conterrà successivamente le varie inserzioni.

È proprio durante la fase di creazione della campagna che si dovrà definire l’obiettivo principale della strategia pubblicitaria. La sezione di secondo livello, subito dopo la campagna, è composta dai gruppi di inserzioni: ognuno di questi possiede un differente pubblico target, un posizionamento specifico e un budget singolo.

Chiaramente sono i gruppi di inserzioni quelli che contengono le vere e proprie singole inserzioni. È fondamentale tenere sempre a mente questo schema gerarchico, per evitare di incorrere in errori superficiali nel momento in cui si stabiliscono degli obiettivi di marketing.

Le inserzioni verranno successivamente mostrate nelle home page di Facebook dei vari utenti in target: possono contenere immagini, video, prodotti del catalogo e persino della landing page. In ogni caso tutte le procedure sono costantemente guidate.

Cosa sono le Dynamic Product Ads e come possono essere utilizzate per aumentare le conversioni?

Le inserzioni dinamiche su Facebook sono un’ottima opportunità per aumentare le conversioni, ovvero per convertire i visitatori di un sito web in clienti. Infatti, verranno mostrati loro degli annunci Facebook personalizzati e realizzati basandosi sui prodotti che ha visualizzato nello shop.

Si tratta di una strategia ampiamente utilizzata anche dalle grandi aziende, per cui quasi sicuramente vi sarà capitato di incorrere in un’inserzione che mostrava prodotti già visti in un qualche Ecommerce.

La comodità di questi annunci, in particolare, è quella di non doverli creare manualmente per tutti i prodotti presenti nel catalogo: i template si adatteranno automaticamente, inserendo le immagini, il nome, il prezzo e tutte le altre informazioni relative al prodotto che avete importato su Facebook.

Si possono creare anche differenti tipologie di target di utenti: le persone che hanno visualizzato un determinato prodotto, quelle che l’hanno invece aggiunto al carrello, oppure quelle che hanno abbandonato la procedura d’acquisto al momento del check out. Per iniziare a creare le Dynamic Product Ads, basterà caricare il catalogo all’interno del Facebook Business Manager. Si possono anche installare dei plugin specifici nei vari CMS. Successivamente bisogna creare dei pubblici personalizzati attraverso il Pixel di Facebook, creare il template dell’annuncio e dare finalmente il via alla campagna di inserzioni dinamiche!

Cosa sono i multi-product Ads e perché sono estremamente efficaci per promuovere i prodotti?

Le inserzioni multi prodotto su Facebook consentono di inserire più di un prodotto in un solo, unico annuncio pubblicitario.

Sono particolarmente utili nel social media marketing per più motivi. Infatti, non solo consentono di mostrare agli utenti varie opzioni tra le quali poter scegliere, ma faranno in modo che aumentino anche le conversioni: più varietà ci sarà, più semplice sarà convincere un maggior numero di persone. Inoltre, possono essere sfruttati anche per far vedere delle diverse caratteristiche o configurazioni di un singolo prodotto. S

ono delle inserzioni sottoforma di carosello: le persone potranno facilmente scorrere i diversi prodotti semplicemente con un tap sullo schermo.

Quali sono i risultati delle inserzioni multi prodotto su Facebook?

Parliamo del 50% in meno sul costo di acquisizione e allo stesso tempo di un 30% in meno sul CPC.

Cos’è il Pixel di Facebook e come si possono impostare le conversioni tramite questo strumento?

Il pixel di Facebook è un piccolo snippet codificato in Javascript (analogo a quello di Google Analytics in realtà) che consente di monitorare le azioni dei vari utenti all’interno del tuo Ecommerce. Queste informazioni potranno poi facilmente essere riutilizzate per andare a stabilire con precisioni il pubblico target delle Facebook Ads.

A molti potrebbe sembrare uno strumento secondario, o addirittura superficiale, ma in realtà è impossibile ottenere risultati significativi senza queste informazioni. Quante persone hanno visualizzato questo determinato prodotto? Riscuote più successo di altri prodotti, che non vale la pena riassortire una volta terminati? Quante persone si sono iscritte alla newsletter?

Il pixel di Facebook risponde a tutte queste domande, una volta installato all’interno delle pagine del sito.

Ma il pixel non è solo questo: si tratta di una vera e propria intelligenza artificiale, che con il tempo si ottimizzerà automaticamente, distinguendo le varie tipologie di utenti.

Come si possono trovare nuovi clienti con i Lookalike audience (ovvero i pubblici simili)?

Si tratta di una delle funzionalità più sottovalutate e sconosciute di Facebook Ads, ma allo stesso tempo di uno degli strumenti più utili ed efficaci per trovare nuovi clienti.

Infatti, il problema principale dell’ottenere nuovi clienti è che spesso non rientrano nel proprio target, e quindi non è detto che siano utenti potenzialmente interessati a quei determinati prodotti. Invece, i pubblici Lookalike possono mostrare gli annunci pubblicitari alle persone che hanno caratteristiche, interessi e comportamenti online affini a quelli di chi è già cliente.

È chiaro che questa persone avranno una maggiore probabilità di essere incuriositi dal brand e, quindi, di portare a termine degli acquisti. Non è difficile intuire quali possano essere le potenzialità di questo strumento: è una vera e propria miniera d’oro per tutti gli Ecommerce. Si possono scegliere utenti affini agli iscritti alla newsletter, utenti affini a coloro che hanno già effettuato un acquisto, utenti affini ai visitatori del sito, utenti simili ai fan della pagina Facebook, etc. In questo modo il messaggio arriverà esattamente alle persone giuste, nel momento giusto.